Pesaro, 21 maggio 2021

CIRCOLARE n. 12/2021

OGGETTO: DECRETO “SOSTEGNI-BIS” – LE NOVITA’ IN SINTESI

Riferimenti normativi
• COM. STAMPA 20.05.2021; DL. APPROVATO NEL CDM 20.05.21
In sintesi

nella giornata di ieri, è stato approvato in via definitiva il D.L. cd. “Sostegni-bis”, che introduce nuove misure di aiuto a favore di imprese e professionisti. Tra le misure di maggior rilievo

  • un nuovo contributo a fondo perduto
  • l’estensione del bonus locazioni
  • modifiche apportate alla disciplina del tax credit beni strumentali.
  • ulteriore sospensione di un mese dei termini relativi alla riscossione.

In data 20/05/2021, il Consiglio dei Ministri ha varato il testo definitivo del Decreto “Sostegni-bis”, nella  quale sono introdotte una serie di misure a sostegno di imprese e professionisti.

Di seguito una sintesi delle principali misure fiscali.

DECRETO SOSTEGNI-BIS: LE MISURE FISCALI

Art. 1

“ULTERIORE” CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

Sono istituiti dei nuovi contributi a fondo perduto diversificati a seconda che il contribuente abbia già fruito del contributo del DL Sostegni o meno.

Condizione comune è il possesso di una P.Iva attiva alla data di entrata in vigore del presente decreto (quindi, dalla sua pubblicazione in G.U.)

1)  Soggetti che hanno già fruito del contributo del DL Sostegni:

a)   è riconosciuto automaticamente un ulteriore contributo pari al 100% del contributo del DL Sostegni già ricevuto (il contributo non dev’essere stato indebitamente percepito, o restituito dal contribuente)

b)  i contribuenti potranno presentare istanza per una diversa quantificazione del contributo, laddove risulti maggiore di quello già ricevuto col DL Sostegni; in tal caso

–        per i soggetti con ricavi/compensi non superiori a €. 10 mil. nel 2019

–        con “calo del fatturato” di almeno il 30% tra il 1/04/2020 – 31/03/2021 ed il corrispondente periodo dell’anno precedente (1/04/2019 – 31/03/2020)

–        calcolano il contributo con i medesimi scaglioni già previsti dal DL Sostegni.

In quest’ultimo caso l’Agenzia corrisponderà l’eventuale eccedenza rispetto al contributo già erogato in via automatica.

2) Soggetti che non fruito del contributo del DL Sostegni:

In tal caso, previa presentazione dell’istanza:

ü  al medesimo calo di fatturato di cui al punto b) precedente

ü  si applicano le seguenti (maggiori) percentuali, in base ai ricavi/compensi 2019: fino a €. 100.000: 90%; da €. 100.000 ad €. 400.000: 70%; da €. 400.000 ad €. 1 mil.: 50%; da €. 1 mil. ad €. 5 mil: 40%; da €. 5 mil. ad €. 10 mil: 30%.

Il contributo non potrà eccedere l’importo di €. 150.000.

Fruizione: i precedenti contributi sono, alternativamente:

corrisposti sul C/C sul quale è stato erogato il contributo del DL Sostegni riconosciuti sotto forma di credito d’imposta

Art. 2

ATTIVITÀ ECONOMICHE CHIUSE BENEFICIARI: contributi a favore delle attività economiche per le quali sia stata disposta la chiusura per almeno 4 mesi nel periodo intercorrente tra il 1/01/2021 e la data di

conversione del decreto “Sostegni-bis”. Seguirà un DM attuativo.

Art. 4

BONUS LOCAZIONI e

AFFITTI

ü  imprese turistico-ricettive ed agenzie di viaggio/tour operator: proroga fino al 31 luglio 2021 del credito d’imposta

 

ü  Altre imprese/professionisti/ENC (con ricavi/compensi 2019 non superiori a €. 10 mil.): il credito d’imposta spetta in relazione ai canoni versati con riferimento a ciascuno dei mesi da gennaio 2021 a maggio 2021

Requisiti:

ü “calo del fatturato” di almeno il 30% tra il 1/04/2020 – 31/03/2021 ed il corrispondente periodo dell’anno precedente (1/04/2019 – 31/03/2020)

ü il requisito non è richiesto per i soggetti che hanno iniziato l’attività dal 1/01/2019.

Art. 6 TARI Riduzione della Tari per le categorie economiche interessate dalle chiusure obbligatorie

o dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività.

Art. 7 TAX CREDIT

VACANZE

Il tax credit vacanze viene esteso alle spese relative ad agenzie di viaggi e tour operator

(art. 176, co. 1, D.L. 34/2020)

Art. 8

SETTORI TESSILE,

MODA ed ACCESSORI

Estesi al periodo d’imposta in corso al 31/12/2021 gli incentivi previsti per i settori

tessile, moda ed accessori dall’art. 48-bis del D.L.19 maggio 2020, n. 34. E’ necessario presentare un’apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

Art. 9

CARTELLE – SOSPENSIONE VERSAMENTI

Con modifica dell’art. 68, co. 1, D.L. 18/2020 (decreto “Cura Italia”) è disposta:

§  la proroga fino al 30 giugno 2021 (in luogo del 31/05/2021)

§  della sospensione dei termini di versamento derivanti da cartelle di pagamento

ed accertamenti esecutivi.

I versamenti andranno effettuati entro il 31/07/2021 in soluzione unica. Restano validi gli atti/provvedimenti già adottati dall’Agente della riscossione.

Art.10

INVESTIMENTI PUBBLICITARI a

FAVORE di SSD ed ASD

Esteso al 2021 il credito d’imposta del 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati dal 1/01/2021 al 31/12/2021 da imprese/lavoratori autonomi/ENC a favore di leghe e società sportive professionistiche, nonché di società ed associazioni sportive

dilettantistiche.

Art.14

START-UP INNOVATIVE – CAPITAL GAIN

Non sono tassate le plusvalenze di cui all’art. 67, co. 1, lett. c) e c-bis), del Tuir, realizzate da persone fisiche al di fuori dell’esercizio d’impresa commerciale, derivanti dalla cessione di partecipazioni al capitale di imprese start up innovative (di cui all’art. 25, co. 2, D.L. 179/2012) e Pmi innovative (di cui all’art. 4 D.L. 3/2015), acquisite mediante sottoscrizione di capitale sociale e possedute per almeno 3 anni.

A tal fine non rileva la qualifica di partecipazione qualificata o non qualificata.

Art.18

PROCEDURE CONCORSUALI – RECUPERO

dell’IVA SU CREDITI NON RISCOSSI

In caso di mancata riscossione dei crediti vantati nei confronti di cessionari o committenti coinvolti in procedure concorsuali

§  è possibile effettuare le variazioni in diminuzione fin dall’apertura della procedura

§  senza dover attendere la conclusione della stessa

nel caso in cui il cessionario/committente è stato assoggettato alla procedura concorsuale successivamente alla data di entrata in vigore del decreto.

La norma ripristina la disciplina introdotta dalla legge di Stabilità 2016 e mai entrata in

vigore a causa delle modifiche apportate dalla legge di Bilancio 2017.

Art.19 DTA-CREDITO

D’IMPOSTA

Esteso al 31 dicembre 2021   il   termine previsto per poter   beneficiare della

trasformazione delle DTA in credito d’imposta.

Art. 20

CREDITO D’IMPOSTA BENI STRUMENTALI

Con modifica del co. 1059, dell’art. 1, L. 178/2020, è disposto che per gli investimenti

§  effettuati dal 16/11/2020 al 31/12/2021 (si applica il bonus “targato 2021)

§  in beni strumentali materiali diversi dai beni “Industria 4.0” (di cui all’All. A L. n. 232/2016), ai quali si applica l’aliquota del 10%

il credito d’imposta

ü  è utilizzabile in compensazione in unica quota annuale

ü  per i soggetti con un volume di ricavi/compensi non inferiori a €. 5 mil.

Art. 22 COMPENSAZIONI,

RIMBORSI – LIMITE

Per il 2021 è stato elevato a 2 milioni di euro il limite di cui all’art. 34, comma 1 , primo

periodo, della Legge 23 dicembre 2000, n. 388 (Finanziaria 2001).

Art. 32

CREDITO D’IMPOSTA SANIFICAZIONE ed ADEGUAMENTO AMBIENTI di LAVORO

Nuovo credito d’imposta del 30% per le spese sostenute nei mesi di giugno, luglio ed agosto 2021

per la sanificazione degli ambienti/strumenti utilizzati e per l’acquisto di DPI ed altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti

comprese le spese per la somministrazione di tamponi per Covid-19.

Il credito d’imposta spetta fino ad un massimo di €. 60.000 per ciascun beneficiario (come in precedenza), nel limite complessivo di 200 milioni di euro per il 2021.

Art.66

CREDITO D’IMPOSTA EDITORIA

Alle imprese editrici di quotidiani e periodici che stipulano, anche attraverso le associazioni rappresentative, accordi di filiera orientati a garantire la sostenibilità e la capillarità della diffusione della stampa, in particolare nei piccoli comuni e nei comuni con un solo punto vendita di giornali, è riconosciuto un credito d’imposta fino al 30% della spesa sostenuta nel 2020 per la distribuzione delle testate edite, ivi inclusa la spesa per il trasporto dai poli di stampa ai punti vendita. Seguirà un decreto del

Presidente del Consiglio.

Lo “Studio Giampaoli & Partners Consulting” rimane a Vostra completa disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Cordiali saluti